Immagine & poesia, Lidia Chiarelli, Terane Turan Rehimli

“Life and Death” poem by Terane Turan Rehimli, translation into Italian and digital collage by Lidia Chiarelli

Terane Turan Rehimli

terane

LIFE AND DEATH

 

Life is to become existed

From nothingness.

Death is to value everything in life

At the last moment of life.

 

Life is the way

That you know where it leads.

The road is full of wishes

To press the feeble heart.

 

Love is to get over the fence of heart

To a near heart.

Birthday is

To approach death a step.

 

Terane Turan Rehimli

_________________________________________

 

lidia-chiarelli-2018-ridott

(Lidia Chiarelli, translator into Italian)

 

VITA E MORTE

 

La vita comincia ad esistere

Dal nulla.

La morte deve dare valore a tutto nella vita

All’ultimo momento della vita.

 

La vita è la via

e tu sai dove conduce.

La strada è piena di desideri

Per opprimere il cuore debole.

 

L’amore è superare la barriera del cuore

Verso un cuore vicino.

Il giorno della nascita è

Avvicinarsi di un passo alla morte.

 

life and death

Advertisements
Immagine & poesia, Lidia Chiarelli, Muhammad Azram

FATE, AN ETERNAL FINALE, poem by Muhammad Azram, Image and translation into Italian by Lidia Chiarelli

Ocean's-Call

FATE, AN ETERNAL FINALE

 

On the rippling surface of boundless ocean

Sailing on a little Canoe called life

On a very lonely, solitary voyage

In a diminishing period of light

between one darkness to another grievous sinister

 

To the scope of an eye could travel

I see nothing but mysterious space

Between running time and fading light

which I can not see till I shut my eyes

 

Sailing on juggling and dancing waves

Of an endless and aimless carpet of water

I started the journey on high hopes and dreams

With all the energies and power of dawn

 

I trusted the oars of motivation

And started paddling with reasons

Fighting a turbulent colossal ocean

 

I travelled as far as I could

but after wasting all my energies

I realized I had reached nowhere

Reaching the same point at every point

and embraced nothing

But an enormous body of water

 

After exercising all my powers of my prime

With no power and a dying time

Throwing oars into the vastness of the ocean

Left myself on the mercy of slappy waves

As light faded away and blackness emerged

Shutting the eyes from light is not an option or choice

It was the only way left till the darkness covers me

With its enormous weight and insistent shadows

Muhammad Azram
(All Rights Reserved)

___________________________________________

DESTINO, UN FINALE ETERNO

 

Sulla superficie increspata dell’oceano sconfinato

Navigando su una piccola canoa chiamata vita

In un solitario, isolato  viaggio

In un periodo di luce in diminuzione

tra l’oscurità e un’altra dolorosa calamità

 

A vista potrei viaggiare

Non vedo altro che uno spazio misterioso

Tra il tempo che sfugge e la luce sbiadita

che non riesco a percepire finché non chiudo gli occhi

 

Navigando su giocose e danzanti onde

Di un tappeto d’acqua senza fine e senza meta

Ho iniziato il viaggio con grandi speranze e sogni

Con tutte le energie e il potere dell’alba

 

Mi sono fidato dei remi della motivazione

E ho iniziato a remare con ragione

Combattendo un oceano colossale turbolento

 

Ho viaggiato il più lontano possibile

ma dopo aver sprecato tutte le mie energie

Ho capito che non ero arrivato da nessuna parte

Raggiungendo lo stesso punto in ogni punto

e  non ho abbracciato nulla

solo un enorme specchio d’acqua

 

Dopo aver esercitato tutti i miei veri poteri

Senza alcun potere e con un tempo per morire

Lanciando i remi nella vastità dell’oceano

Mi sono lasciato in balia delle onde impetuose

Mentre  la luce si  affievoliva e l’oscurità emergeva

Chiudere gli occhi alla luce non è un’opzione o una scelta

Era l’unica via rimasta fino a quando l’oscurità non mi copre

Con il suo peso enorme e le ombre insistenti

 

Muhammad Azram
(Tutti i diritti riservati)